HOME :: TESTI :: LINKS :: INFO :: COLLABO :: SPECIALI :: FORUM :: CONTATTI :: PRODBY :: PRODBYITA

Jay-Z- Meet The Parents

testo originale :: testo tradotto :: confronta i testi
scheda autore (Jay-Z) :: scheda album (The Blueprint 2)
salva usando il tasto destro del mouse: testo originale :: traduzione


TESTO TRADOTTO:

Jay- Z
(The Blueprint 2: The Gift & The Curse)
Meet the Parents

--- tradotto da kima83@libero.it
--- per www.THHT.cjb.net

Woo! Uhh, uhh
È “The Gift & The Curse”
Uhh, Uhh, si
Prima mi amano poi mi odiano e poi mi amano ancora
… mi amano ancora
facciamo un passo indietro nella memoria… siete con me

Facciamo un passo indietro nel percorso della, memoria al cimitero
pioggia e cieli grigi, sembra la fine della vita
di ogni giovane nero in questa situazione, “Cazzo - lui di già?
Un così bravo ragazzo”, ci vediamo già versare Hennessy
Liquore sui marciapiedi per la memoria dei miei negri lassù
quando cade sul pavimento questo è il mio modo per darli amore
così, abbraccia Big, dì ad Aaliyah che la saluto
fino alla prossima volta che la vedrò, dall’altra parte
era solo uno di quei poco di buono che si è preso qualche proiettile
e lo amavamo perché in lui vedevamo qualcosa di noi stessi
camminava come noi, parlava come noi
con le spalle contro il muro, combatteva come noi - cazzo
povera Isis, il nome di sua madre
la mamma non è abbastanza forte per crescere un ragazzo, come si chiamava suo padre?
Il ragazzo non lo hai mai conosciuto, anche se il suo sangue scorreva in lui
Dal temperamento caldo, mamma diceva che si comportava come fosse suo marito
Papà non ebbe mai niente a che fare con lui, così lo crebbero le strade
Isis biasima se stessa, sperava di poterlo salvare
Dannatamente quasi impossibile, solo gli uomini posso crescere gli uomini
Lui era l’unico uomo per se stesso, nemmeno lui poteva salvare se stesso
Mise tutta la sua fede in una calibro trentotto infilata nella cintura
Ma quando vivi per una pistola, muori della stessa sorte
Finito, morto nonostante la trentotto e..umm
Questa è la nostra vita cresciuta dall’inverno, è un mondo gelido
Una vecchia ragazza si è data alla cocaina, cercando di fumarsi i suoi problemi
Isis, la vita è finita proprio in quel giorno di pioggia
Quando la informarono della notizia, il corpo del suo ragazzo poteva essere visto
Giù al City Morgue, aperto il cassetto, vide lui nudo
La sua dipendenza crebbe, droghe prescritte, sciolte e infuse
La "Polvere d’ angelo", immersa in un woo!
Scivolò nel suo mondo di fantasia
Rimase incinta da un altro tizio
Ma la realtà fa male e, questa è la sua vita
Non era davvero suo marito, seppure lui la chiamava moglie
Fu solo quella notte dove la luna era piena
Le stelle erano messe giuste e il suo abito era davvero preciso
C’era lei che parlava come Lisa Lisa- "penso a come sarebbe se ti portassi a casa
Mi ameresti di nuovo dopo questa notte?"
Mike era la testa calda che veniva dalla strada
Che lei aveva desiderato da tutta la vita, merda lei voleva ogni esagerazione
lei si teneva forte quando lui passava in bicicletta
per tutta la sua vita lui è stato uno che si divertiva
non era proprio quello da perderci la testa
c’era un tizio chiamato Shy che l'avrebbe davvero trattata bene
voleva andare a vivere in campagna per scampare alla vita di città
ma Isis amava la sua vita così, una vita da Broadway
amava le scarpe di Gucci, il rosso,verde e bianco (->Italia->Brooklyn?? o forse in generale il made in italy, ndt)
Si era sporta dalla finestra quando lo vide per la prima volta fare a botte
era così fuori di se che dovette farsi la doccia due volte
che ironia sarebbe stata, una rissa che
si trasformasse in un omicidio che avrebbe cambiato la loro vita
vedi, Mike a trentadue anni era ancora sulla scena
aveva un figlio di quindici anni che non aveva mai visto una seconda volta
sicuramente gli capitava di vederlo da bambino, (senza sapere\ammettere che era suo figlio, ndt)
ma lo disprezzava del tipo
“se quello fosse mio figlio, sarebbe molto diverso
Vedi, ho la pelle chiara, e il ragazzino è nero
quindi, è il bambino della madre; del padre forse”
Mike era ancora dentro la vita della strada (che cazzo vogliono questi negri?)
Aveva con se la sua fedele trentotto
Sono quattordici anni che lui ed Isis non parlano
Viveva nello stile “la vita è meravigliosa” , fino ad un giorno
quando incontrò questo poco di buono, che aveva un muso triste
E aveva un aspetto così famigliare che lo chiamò “Young Cuz” (Cuz= cugino, ndt)
Gli disse, esci dal giro ma il ragazzo non ne volle sapere (fottiti)
e anzi questo tirò fuori una trentotto nuova di zecca
aveva chiaramente la situazione in mano ma il ragazzo si fermò un istante (aspetta)
C’era qualcosa nella faccia di quell’ uomo che sapeva di aver già visto
Era come vedersi in uno specchio che ti riflette più maturo
E lo prese come un segno mandato dal Signore
"Lo sai quello che si dice di quelli che esitano in guerra
(che cosa?) che chi esita è perso"
non riesce a spiegare cosa vide prima che tutto divenne vuoto
il vecchio uomo non ci pensò, si lasciò guidare dall’ istinto
sei colpi nel corpo del suo ragazzo, fuori dalla sua pistola
negro sii un padre, stai uccidendo tuo figlio!
sei colpi nel corpo del suo ragazzo, fuori dalla sua pistola
negro sii un padre, stai uccidendo tuo figlio!

Ecco i genitori...

{* ripetuto con eco e in dissolvenza *}

testo originale :: testo tradotto :: confronta i testi
scheda autore (Jay-Z) :: scheda album (The Blueprint 2)
salva usando il tasto destro del mouse: testo originale :: traduzione